Benvenuti in Olanda (Paesi Bassi)

In un paese dove l'assistenza sanitaria nazionale si fa carico delle operazioni per cambiare sesso e dove chiunque può fumare uno spinello, magari in compagnia dei genitori, può forse stupire osservare negli atteggiamenti della gente un forte senso del dovere e del rispetto delle regole. L'Olanda è riuscita a coniugare le sue inclinazioni libertarie con un'organizzazione tra le più disciplinate al mondo, il tutto in seno a una società che riesce a essere radicale e ragionevole senza essere né frivola né noiosa. Gli Olandesi non sono schiavi dei propri cliché, anche se le biciclette, le dighe, i mulini e i coloratissimi campi di fiori continuano a disegnare il paesaggio fuori dalle grandi città. I visitatori trovano ottima l'integrazione tra zoccoli e microchip. In Olanda, gli spostamenti interni sono estremamente agevoli; la gente è cordiale e parla un ottimo inglese. Tuttavia, le città sono ancora circondate dai canali e dalle antiche mura di cinta dei castelli, l'ininterrotto paesaggio pianeggiante che ha ispirato i pittori nazionali del passato continua ad estendersi fino all'orizzonte e la tenuta delle dighe continua ancora a esser la principale preoccupazione nazionale.

Qual è la differenza tra Olanda e Paesi Bassi? I Paesi Bassi comprendono le 12 province, ma molte persone usano anche il termine Olanda facendo riferimento ai Paesi Bassi.

Le due province Olanda Settentrionale e Olanda Meridionale formano insieme l'Olanda.

·  Tutte e 12 le province formano insieme i Paesi Bassi.

·  Il termine Olanda viene spesso usato per indicare gli interi Paesi Bassi.

Il nome ufficiale del paese è Regno dei Paesi Bassi. Re Guglielmo Alessandro è il sovrano del paese. Con Olanda si intendono solo le due province Olanda Settentrionale e Olanda Meridionale. Tuttavia la denominazione Olanda viene spesso usata per indicare gli interi Paesi Bassi.

Informazioni Utili

Quasi ogni città o municipalità olandese possiede un proprio ufficio del turismo (VVV). Questi uffici, solitamente ubicati in centro, sono facilmente riconoscibili dall'insegna blu e bianca su cui compaiono le lettere VVV.

 

Cosa offre l'ufficio VVV?

Presso ogni ufficio del turismo VVV è possibile ottenere informazioni utili riguardanti la propria destinazione in Olanda. I dipendenti degli uffici del turismo VVV sono a disposizione per fornire quanto segue:

  • Informazioni turistiche specifiche sulla località e la regione circostante (ad esempio attrazioni, ristoranti ed eventi)
  • Suggerimenti per il pernottamento
  • Carte geografiche e piantine per itinerari a piedi, in bicicletta e in macchina
  • Visite guidate
  • Biglietti d'ingresso

Generalmente nelle città più famose e presso le note località turistiche dell'Olanda vi sono uffici VVV piuttosto grandi che vendono anche souve

Breve storia dei Paesi Bassi e dell'Olanda

Dal 1588 al 1795, i territori che oggi costituiscono i Paesi Bassi formavano la Repubblica delle Sette Province Unite. Nel 1795 le truppe francesi conquistarono il paese e proclamarono la Repubblica Batava. Nel 1806 Napoleone nominò re suo fratello Luigi, trasformando così i Paesi Bassi in monarchia. Dopo la caduta di Napoleone i Paesi Bassi rimasero una monarchia. In quell'epoca il territorio denominato Olanda contribuì in modo preponderante allo sviluppo economico e alla prosperità di tutto il paese. Di conseguenza all'estero il termine Olanda venne usato comunemente per indicare l'intero paese.

Natura e Olanda

L'Olanda è nota per il suo territorio pianeggiante. Il paesaggio si presta dunque particolarmente per escursioni a piedi e in bicicletta. Puoi esplorare uno dei numerosi parchi naturali, ognuno dei quali presenta caratteristiche proprie. Visita ad esempio gli Oostvaarders Plassen (i laghi di Oostvaarder) o il parco nazionale Hoge Veluwe e scoprine la flora e la fauna straordinarie.

I Paesi Bassi possiedono inoltre coste molto estese con spiagge meravigliose. Ma a causa dell'enorme quantità d'acqua, il paese è soggetto al rischio di inondazioni. Per contrastare tale pericolo sono stati realizzati progetti come la diga Afsluitdijk e il Piano Delta.. Queste costruzioni impressionanti meritano sicuramente una visita.

Se pensi all'Olanda probabilmente immagini tulipani, mulini a vento e formaggio. Queste e altre icone si ritrovano in tutta l'Olanda. La Frisia e la Zelanda sono province ideali per fare escursioni in bicicletta; nel Brabante Settentrionane e in Gelderland puoi ammirare opere d'arte di Vincent van Gogh, Bosch e altri maestri olandesi; mentre nel Limburg puoi gustare il tradizionale formaggio locale. Attrazione unica in Olanda: nella provincia Drenthe si trovano resti preistorici, come i dolmen. Se l'inverno è molto rigido, gli appassionati possono percorrere l'Elfstedentocht con i pattini da ghiaccio. Si tratta di un itinerario sul ghiaccio che collega undici città della Frisia. Niente ghiaccio? Anche con il bel tempo queste città meritano senz'altro una visita.

 Festività olandesi

Ogni paese conosce festività proprie. Le festività olandesi più famose sono Sinterklaas (San Nicola) e il Giorno del Re. La festa di Sinterklaas viene celebrata in dicembre. In questa giornata i bambini ricevono doni, come ricompensa per essersi comportati bene. Nel Giorno del Re gli olandesi festeggiano il compleanno del sovrano. Questa festa, che si svolge soprattutto per le strade con tanta musica, attira ogni anno numerosi turisti.

 Visita delle città olandesi

Cerchi una città attraente per trascorrere un weekend fuori porta? L'Olanda possiede diverse città che offrono molte possibilità di svago con l'architettura storica, i musei, i parchi cittadini nonché i numerosi ristoranti e caffè. Visita ad esempio Amsterdam, Rotterdam, Utrecht, L'Aia, Maastricht o Haarlem.

Un viaggio in Olanda sarà ancora più memorabile se pernotti in un luogo particolare. Hai solo l'imbarazzo della scelta. Visiona subito gli hotel da noi proposti, sia nelle città che nei piccoli villaggi e all'interno dei parchi naturali.

La monarchia

Durante il Medioevo, molto tempo prima che la famiglia degli Orange divenisse la nostra monarchia, l’Olanda era suddivisa in contee e ducati. In seguito i sovrani spagnoli e austriaci regnarono su queste regioni che formavano i Paesi Bassi. Soltanto nel 1750 Guglielmo IV Orange-Nassau venne proclamato statolder ereditario affermando il potere degli Orange.

Dal 1814 l’Olanda è una monarchia costituzionale; il re rappresenta il capo dello stato che assieme ai ministri forma il governo. Il 16 marzo 1815 Guglielmo I si autoproclamò re dei Paesi Bassi e tentò di proteggere gli interessi della sua famiglia introducendo il titolo reale ereditario. Da allora i regnanti provengono dalla famiglia d’Orange. Dal 2013 dopo aver avuto diverse regine, abbiamo come capo dello stato il re Guglielmo Alessandro.

Lo sviluppo delle città in Olanda

L’Olanda conta innumerevoli città di origine medievale, tuttavia le città più antiche del Paese sono soltanto Maastricht e Nijmegen. Anche Utrecht, Deventer, Middelburg e Stavoren sembrano essere stati centri abitati fin dai primi secoli dopo l’introduzione del calendario e la loro storia si ritrova nell’architettura e nella cultura di queste splendide città. La storia di Amsterdam ha inizio attorno all’anno 1000 e appare per la prima volta nella storia scritta nel 1275. Attorno al 1300 Amsterdam ottiene libertà e privilegi concessi dal vescovo di Utrecht Guido d’Avennes. Grazie alla fioritura economica, Amsterdam si espanse fino a diventare la più grande città dell’Olanda. Il XVII secolo, il Secolo d’Oro, in particolare significò per Amsterdam notevole ricchezza, potere e cultura. Fu così che nello stesso secolo nacque la cintura dei canali.

 

La Seconda Guerra Mondiale

Nel corso dei secoli l’Olanda si trovò a vivere diverse guerre, tuttavia quella più recente che ha avuto maggiore impatto è stata la Seconda Guerra Mondiale. Il conflitto ebbe inizio per l’Olanda il 10 maggio 1940 quando i tedeschi invasero il Paese. L’esercito olandese non era preparato a combattere una guerra moderna e dopo i bombardamenti di Rotterdam (14 maggio 1940) e la minaccia di radere al suolo le grandi città, l’Olanda capitolò il 15 maggio 1940.

Nel corso di cinque anni di occupazione l’industria dell’Olanda venne per lo più impiegata per le operazioni belliche causando scarsità dei prodotti e razionamento. Durante la carestia olandese (l’inverno della fame 1994-1945) 20.000 persone morirono di fame.

La persecuzione degli ebrei

Anche la persecuzione degli ebrei divenne sempre più feroce. I tedeschi istituirono un Consiglio ebraico informando gli ebrei che sarebbero stati al sicuro se si fossero registrati. In seguito venne scoperto l’inganno ed ebbero inizio le deportazioni verso i campi di concentramento. Furono più di 10.000 gli olandesi uccisi nei campi di concentramento. Una di questi fu Anna Frank, la bambina divenuta famosa grazie al suo diario che scrisse durante l’occupazione.

Gli alleati arrivarono in Normandia nel 1944, raggiunsero l’Olanda e la liberarono il 5 maggio 1945.

 

L’Olanda e l’acqua

Già da diversi secoli l’Olanda ha una relazione di amore-odio con l’acqua, cosa che non sorprende, dato che un quarto del Paese si trova sotto il livello del mare, con il suo punto più basso a quasi 7 metri! Ciò significa che i Paesi Bassi hanno sempre dovuto proteggersi dall’acqua per evitare di rivivere alluvioni catastrofiche come quella del 1953. Gli olandesi hanno acquisito sempre più esperienza nella costruzione di solide dighe che hanno dato origine a opere come il Piano Delta.

Ciò significa inoltre che gli olandesi hanno vinto contro il mare e i laghi in gran parte del Paese. Fin dal XI secolo venne strappata terra all’acqua, impiegando le dighe per proteggere dal mare le zone paludose lungo le coste. Dal XVI secolo vennero bonificati sempre più laghi, soprattutto nell’Olanda del Nord, con l’aiuto dei mulini. Il primo polder che si conosce risale al 1533 e prendeva il nome di Achtermeer, situato a sud di Alkmaar. Le altre zone di bonifica più famose sono Beemster (1608-1612) e più tardi Flevoland.

 

Contatti per le aziende

Per conferenze, incentive, gruppi turistici o richieste individuali, contattateci al:                               +31(0)625175886

oppure scriveteci a info@vacanzeolandesi.it, la nostra squadra di esperti sara lieta di assistirvi